🎙 Bernardeschi: «Meritavamo di vincere. Con il cuore possiamo arrivare in fondo»

di Alessandro Paoli
Fonte: Rai Sport
articolo letto 185 volte
© Simone Lorini
© Simone Lorini

Federico Bernardeschi, attaccante classe '94 dell'ACF Fiorentina, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport al termine della 3ª giornata del Gruppo C della fase a gironi della fase finale della UEFA European Under-21 Championship Poland 2017, che ha visto gli Azzurrini vincere per 1-0 contro la Germania (📋 Italia U21 vs Germania U21 1-0, 24 giugno 2017) qualificandosi alle semifinali della manifestazione:

«L'emozione è tanta - afferma l'Azzurrino -. Io ho espresso ieri il mio pensiero in conferenza stampa, quando indosso questa maglia è sempre qualcosa di speciale. Fare un gol così importante è veramente bellissimo. Credo ci sia da fare tanti complimenti a questa squadra. Con il cuore si va avanti, non c'è niente da fare!».

«Ce lo meritavamo - prosegue Bernardeschi -, meritavamo questa vittoria. Siamo stati piuttosto fortunati perché la Danimarca ha vinto (Repubblica Ceca U21 vs Danimarca U21 2-4, 24 giugno 2017) però abbiamo fatto una grande partita contro una grande squadra. Credo che abbiamo meritato di vincere questa sera».

Sulla palla del gol: «Ho capito subito che quella palla poteva essere buona, poi, ovviamente, tiro di sinistro perché sono più sicuro e perché ho visto il portiere che apriva le gambe».

Sul gruppo azzurro: «Questa squadra è un gruppo fantastico. Lo dico sempre, l'ho sempre detto e sempre lo dirò... Siamo così. Non abbiamo fatto niente perché adesso c'è la Spagna, che è la squadra che mi ha più impressionato durante questo Europeo ma se questa Italia gioca con il cuore non ce n'è per nessuno».

Sulla Nazionale A: «Noi ci auguriamo che questo gruppo possa essere il blocco della Nazionale A. Siamo qui per lavorare, sappiamo che è difficile, ma con questi risultati possiamo arrivare in alto».

Sul filo conduttore tra Nazionale A e Under 21: «Credo che un giocatore si debba mettere a disposizione del gruppo. Un giocatore da solo non è niente. Quando uno ha la fortuna di far parte della Nazionale A con continuità scendere con l'Under 21, specialmente con in un gruppo come questo che sento mio perché ci sono cresciuto insieme, ti rende felice, anzi felicissimo».

Sulla Spagna: «L'affronteremo con il cuore».


Altre notizie
Martedì 17 Ottobre
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI