SEZIONI NOTIZIE

Nicolato: «L'obiettivo è quello di verificare la nostra condizione»

di Alessandro Paoli
Fonte: Rai Sport
Vedi letture
© Getty Images
© Getty Images

Paolo Nicolato, Commissario Tecnico dell'Italia Under 21, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport alla vigilia della 6ª giornata del Gruppo 1 della fase di qualificazione alla fase finale della UEFA European Under-21 Championship Hungary-Slovenia 2021 contro la Svezia in programma nella giornata di domani, martedì 8 settembre, alle ore 18:30 presso Guldfågeln Arena di Kalmar (Svezia) [diretta televisiva Rai 2]:

«L'obiettivo è quello di verificare un po' quello che è la nostra condizione - dichiara il CT azzurro -, sarà il nostro rientro dopo nove mesi. È passato molto tempo e siamo tutti un po' curiosi di vedere come sarà».

Sulle differenze rispetto all'amichevole contro la Slovenia (Italia U21 vs Slovenia U21 2-1, 4 settembre 2020): «Sarà sicuramente diversa rispetto a quella, ma sarà anche diverse rispetto a tutte le altre. Spesso, purtroppo, dobbiamo modificare l'assetto, la formazione per varie causa. Sarà importante, ancora di più, la motivazione che troverenno i ragazzi e sarà importante riuscire a trovare le soluzioni».

Sul fatto che la Svezia sia obbligata a vincere: «Non credo che, a livello internazionale, ci siano squadre che cerchino di pareggiare, vogliono vincere e cercano di fare il massimo. C'è una mentalità molto competitiva, quindi mi aspetto che vogliano vincere».

Sulla differenza di condizione fisica, al momento, tra la Svezia e l'Italia: «Questa è una delle incognite più grandi. Loro sono tradizionalmente squadre che corrono molto. Dovremo essere bravi a far faticare il pallone ed a faticare un po' meno noi. Ci saranno sicuramente le migliori intenzioni».

Sui tanti calciatori dell'Under 21 convocati in Nazionale A (attualmente Moise Bioty Kean dell'Everton, Manuel Locatelli dell'US Sassuolo Calcio, Sandro Tonali del Brescia Calcio e Nicolò Zaniolo dell'AS Roma): «Soddisfazione! Spero di dare altri ragazzi alla Nazionale A perché significa che tutto il Club Italia fa un ottimo lavoro. Il merito non è solamente mio, ma di tutto le nostre Nazionali Giovanili. Innanzitutto è una grandissima soddisfazione poi non possiamo pretendere che sono alle prime esperienza di avere lo stesso approccio di quelli precedenti. Dobbiamo pazientare un po'».

Altre notizie
Giovedì 17 settembre 2020
13:10 Nazionale A THE FIFA/COCA-COLA WORLD RANKING - L'Italia sale al 12° posto 12:10 Primo Piano #U19EURO - Fase élite posticipata al mese di novembre
Mercoledì 09 settembre 2020
20:20 Nazionale A Gravina: «Per gli stadi deve essere un'apertura graduale» 20:10 Nazionale A Infantino: «Ripartire con i tifosi è il nostro obiettivo» 20:00 Nazionale A Infantino in visita in Italia. Incontrati Gravina ed il premier Conte
Martedì 08 settembre 2020
21:45 Under 21 PAGELLE SVEZIA U21 vs ITALIA U21 3-0 - Azzurrini sulle gambe 20:50 Under 21 Nicolato: «I ragazzi non potevano fare di più. Qualificazione complicata» 20:10 Nazionale A Gravina a Zaniolo: «Forza Nicolò, ti aspettiamo per l’Europeo!» 20:00 Nazionale A Mancini a Zaniolo: «Tornerai più forte di prima. Sono sicuro che ci riuscirai» 17:30 Primo Piano UEFA UNDER-21 CHAMPIONSHIP - Svezia U21 vs Italia U21 3-0 13:00 Nazionale A Lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro per Zaniolo
Lunedì 07 settembre 2020
23:50 Nazionale A PAGELLE OLANDA vs ITALIA 1-1 - Barella decisivo 23:45 Nazionale A D'Ambrosio: «Abbiamo giocato bene di squadra. Barella? Una certezza» 23:40 Nazionale A Insigne: «Abbiamo fatto una grande prestazione giocando con personalità» 23:35 Nazionale A Chiellini: «Abbiamo preparato bene la partita. Era destino che giocassi» 23:30 Nazionale A Locatelli: «È l'esordio dei sogni. Semplice giocare al fianco di Jorginho» 23:15 Nazionale A Prof. Ferretti: «Zaniolo? Ha un'importante distorsione al ginocchio» 23:05 Nazionale A Mancini: «Soddisfatto della prestazione. Locatelli? Ha tutto» 19:30 Nazionale A UEFA NATIONS LEAGUE - Olanda vs Italia 0-1 19:25 Under 21 Nicolato: «L'obiettivo è quello di verificare la nostra condizione»